Un super Donnarumma fa volare la Ternana: Alessandria k.o. 2 a 0

Entrambe reduci da una sconfitta, Alessandria e Ternana attualmente occuperebbero i due posti play-out per evitare la retrocessione in serie C. I padroni di casa, guidati da Moreno Longo, sono quart’ultimi a quota 8 punti e vengono dal k.o. per 1 a 0 in quel di Monza; di contro, gli ospiti di Lucarelli vanno a caccia della vittoria per distanziare di otto punti proprio i piemontesi. Umbri che, però, non se la passano meglio: i rossoverdi vengono dalla sconfitta casalinga contro il Como che ha aperto una piccola crisi. Nei padroni di casa spazio alla coppia “leggera” composta da Kolaj e Corazza, mentre gli ospiti puntano sull’istinto da killer di Donnarumma, sostenuto da Partipilo, Falletti e Furlan. Bellissima atmosfera al “Moccagatta”, tanti i tifosi grigi presenti e buona partecipazione anche di innamorati provenienti da Terni. Arbitra il match il signor Camplone di Pescara, coadiuvato dagli assistenti Massara di Reggio Calabria e Di Giacinto di Teramo. Al VAR il signor Luca Banti di Livorno e Valerio Vecchi di Lamezia Terme.

Dopo un’iniziale fase di studio, al 13′ è l’Alessandria a creare il primo pericolo: da un esterno all’altro, Beghetto cerca Pierozzi dalla parte opposta, il numero 25 aggancia in area e prova il destro, ma Boben si immola e allontana la minaccia. Al 15′ si sblocca la gara: imbucata perfetta di Falletti per Donnarumma che da posizione impossibile si inventa un pallonetto al volo meraviglioso, che scavalca Pisseri e consegna alle fere il vantaggio. La risposta dei grigi arriva al 26′, con un cross di Pierozzi che attraversa tutta l’area umbra senza trovare alcuna deviazione, per la disperazione del pubblico di casa. Allo scoccare della mezz’ora Milanese porta palla per 50 metri e prova il tiro a giro dal limite, Iannarilli blocca la sfera senza particolari patemi d’animo. Al 34′ arriva il pareggio dell’Alessandria: Chiarello imbuca per Corazza che a tu per tu con Iannarilli si fa respingere il tiro, sulla ribattuta arriva proprio il numero 4 che trova il suo secondo gol consecutivo in casa. Il direttore di gara viene però richiamato al VAR, e dopo un minuto di revisione, viene fischiato fuorigioco di Corazza sul cross di inizio azione: si resta così sullo 0 a 1. E come spesso accade nel calcio, pochi minuti dopo arriva la doccia fredda: è il 42′, filtrante di Falletti per Partipilo che dal fondo mette col destro un cioccolatino per la testa di Donnarumma che fa doppietta con un colpo di testa a pochi passi dalla linea. Al termine dei due minuti di recupero le squadre tornano negli spogliatoi sul parziale di 2 a 0 in favore della Ternana.

Nella ripresa i ritmi calano sensibilmente, con la Ternana che gestisce il possesso palla e l’Alessandria che, senza troppa lucidità né convinzione, prova a riaprire la sfida. Al 76′ si rivedono i grigi, corner dalla destra e colpo di testa di Di Gennaro che Iannarilli blocca proprio sulla linea di porta. Un minuto più tardi si esalta ancora l’estremo umbro, che respinge un bel destro di Chiarello dai 16 metri. All’86’ arriva la chance più importante per i padroni di casa: cross dalla sinistra di Mustacchio, la palla passa e Arrighini a pochi metri dalla porta calcia, trovando l’opposizione dell’estremo difensore ospite, con Salzano che poi allontana la minaccia. La Ternana controlla la situazione e, al termine dei quattro di recupero, porta a casa tre punti vitali, salendo a quota 16 in classifica. Alessandria che, invece, sprofonda in classifica, in piena zona retrocessione a quota 8.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.