22 Settembre 2022

Il centro sportivo della Ternana, Ilicic-Palermo e Cannavaro: il giovedì di Serie B

I fatti salienti del giovedì di Serie B

Emilio Andreoli/Getty Images - Via One Football

Pausa per le Nazionali ed alcuni club di Serie B impegnati con gli arrivi dei nuovi allenatori. Per gli altri, invece, ripresa degli allenamenti e preparazione in vista della ripresa per la settima giornata di Serie B.

Di seguito i fatti salienti di questo giovedì di Serie B.

Il nuovo allenatore del Benevento Fabio Cannavaro si è presentato al suo pubblico e alla stampa nel corso di un’attesissima conferenza.

Queste le sue dichiarazioni, riprese da TMW:

Ho girato il mondo per fare altre esperienze, puntando soprattutto sull’Asia. Ora ho deciso di tornare a casa. Sono stato lontano per tanto tempo, ma faccio questo lavoro già da un po’ di tempo. Devo ringraziare il direttore sportivo Pasquale Foggia che, dal primo momento, mi ha trasmesso l’importanza del progetto. Alle spalle abbiamo un presidente che fa lavorare con tranquillità, è un aspetto fondamentale che fa la differenza.

So che la sfida non sarà semplice, la serie B di quest’anno è di livello e ci sono tante realtà che puntano al salto di categoria. Tengo per me il nostro obiettivo, lasciamo parlare gli altri. Sono contento che la proprietà abbia puntato su di me e il mio staff.

Consentitemi di rivolgere un pensiero a Fabio Caserta: le strade possono dividersi, ma è un uomo che si è fatto apprezzare e che spero possa tornare presto in pista. Le parole d’elogio del patron, del primo cittadino e del direttore sportivo caricano ma aumentano le responsabilità. Sono qui per farmi apprezzare come tecnico, non come ex calciatore. Stamani ho parlato con Pippo Inzaghi, ma non solo con lui. Mi ha parlato benissimo di questa piazza perché la sua avventura qui è stata fantastica. Eguagliarlo non sarà facile, ma ci proveremo.

Il direttore tecnico del Venezia Cristian Molinaro ha rilasciato un’intervista a TMW volta a smentire ogni voce sul possibile esonero dell’allenatore Ivan Javorcic.

C’è grande fiducia nei confronti di Javorcic, in quel che ha fatto in questi due mesi. Il lavoro, in questa settimana di sosta, è stato ancora più intenso, in preparazione per quella che sarà la ripresa dove ci sarà da soffrire. La squadra sarà pronta per mettersi l’elmetto e fare come contro il Pisa.

Abbiamo provato a bilanciare i nuovi investimenti e i giocatori che dovevano rimanere. Col club siamo riusciti a fare questo, tenendo qui giocatori chiave, necessari a far capire l’importanza di giocare qui. L’unica cosa che ho visto ‘meno’, è stata forse mancanza di convinzione e voglia di determinare, cattiveria: lo si è visto fino al Cittadella, tra Benevento e SPAL un po’ di flessione, col Pisa invece il piglio necessario in particolare in B per farcela. Ci sono squadre forti, ogni giornata.

Mirri su Ilicic: “Perché non prendiamo Ilicic? Prima servivano le fondamentale della squadra. Abbiamo giocatori né troppo giovani, né troppo anziani; è stata una scelta, avere ragazzi che hanno una prospettiva. Palermo, per loro, non è un punto di passaggio”

Il Cosenza, mediante il proprio sito ufficiale, ha diffuso il report dell’allenamento odierno aggiornando altresì i sostenitori rossoblù circa le condizioni di Aldo Florenzi, uscito anzitempo dal campo per un infortunio al ginocchio. Questa la nota dei silani:

Allenamento mattutino a porte aperte sul prato del centro sportivo Real Cosenza. Il tecnico ha diviso l’organico in due gruppi che hanno svolto esercizi di attivazione a secco, lavoro di forza ed esercizi situazionali. Di seguito partite a tema. Ha lasciato anzitempo il terreno di gioco Aldo Florenzi che ha accusato un trauma al ginocchio destro. Il calciatore sarà sottoposto ad esami strumentali per valutare l’entità dell’infortunio.

Che per una crescita delle ambizioni sportive del Perugia sia inevitabile un rinnovamento delle strutture è un concetto abbastanza lampante. Da anni ormai si parla dell’eventualità di rifare da zero lo stadio “Renato Curi” e oggi i principali quotidiani umbri rilanciano tale ipotesi, con versioni piuttosto simili tra loro.

I lavori prevederebbero la totale demolizione dell’attuale impianto e la costruzione di uno stadio moderno e polifunzionale: i lavori durerebbero circa un paio d’anni. La società sarebbe pronta a partecipare per il 10%, mentre la restante parte degli oneri sarebbe coperta da imprenditori non interessati alla gestione sportiva del club.

Stefano Bandecchi, numero uno della Ternana, ha aggiornato i tifosi rossoverdi riguardo la questione Centro Sportivo attraverso uno dei suoi consueti video sui social. Queste – riprese da TernanaNews.it – le sue dichiarazioni:

“Qualcuno mi ha chiesto a che punto è il progetto per la realizzazione del centro sportivo. Giusto ieri pomeriggio è arrivata la lettera del Comune che ci permette, finalmente dopo tutto il percorso burocratico, di poter acquistare definitivamente il terreno sul quale poter costruire il nostro centro sportivo e che diventerà la casa della Ternana. Poi troveremo il nome giusto. Credo che Tagliavento, ormai la prossima settimana chiuderà con un notaio quest’atto. I soldi per pagarlo sono già stanziati. Quindi diventeremo i proprietari del terreno sul quale sorgerà il nostro centro sportivo. Credo che tecnicamente ci vorrà pochissimo tempo nella cura dei dettagli perché tutti conoscono questo progetto e procederemo così alla costruzione. Il centro sportivo non sarà sicuramente pronto per il prossimo anno calcistico ma potrebbe già darsi che per il prossimo campionato ci siano i tre campi di allenamento. Saremo i primi che possiamo costruire. Uno, in sintetico, sta sul tetto di un manufatto in cemento armato mentre gli altri due sono in erba naturale e sono nel verde. Ma se non fosse l’inizio della prossima stagione sarebbe qualche mese dopo. Questa la reputo una buona notizia per Terni, i ternani e me perché la Ternana godrà finalmente di un centro sportivo. Il salto di qualità della Ternana sarà definitivo. La Ternana Calcio sarà una squadra per ogni categoria anche per la Champions. Sicuramente non avrà più nessuna giustificazione del punto di vista logistico e tecnico. Anzi sarà uno dei migliori centri sportivi d’Italia. Anzi sarà a misura di calciatore. Non avrà eccessi. Avrà costi di gestione giusti e sarà a disposizione di una squadra che potrà giocare in tutto il mondo oppure… in tutti i comuni della Provincia se andiamo in Promozione”.

Il Genoa ha battuto 3-2 il Monaco in un test amichevole andato in scena questa mattina al Performance Center di Montecarlo, centro d’allenamento della compagine monegasca. Le reti rossoblù sono state realizzate da Ilsanker, Yalcin e Vogliacco.

Assenti i nazionali Frendrup, Dragusin e Puscas, con Blessin che ha preferito lasciare in Liguria alcuni elementi, tra cui Sturaro, che hanno proseguito il lavoro al “Signorini“. Tredici gli assenti, invece, per i padroni di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.