8 Agosto 2022

Benevento, Caserta: “Oggi era la prima partita vera, non era facile. Sugli obiettivi stagionali…”

BENEVENTO CASERTA OBIETTIVI – Fabio Caserta, tecnico del Benevento, ha parlato in sala stampa al termine del match di Coppa Italia contro il Genoa. Queste le sue parole, riportate da TMW: “Credo che nel primo tempo siamo partiti non benissimo soprattutto nella fase di possesso palla. Nel secondo tempo decisamente meglio ma sapevamo che di fronte c’era una squadra forte […]

Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images - Via One Football

BENEVENTO CASERTA OBIETTIVI Fabio Caserta, tecnico del Benevento, ha parlato in sala stampa al termine del match di Coppa Italia contro il Genoa.

Queste le sue parole, riportate da TMW:

Credo che nel primo tempo siamo partiti non benissimo soprattutto nella fase di possesso palla. Nel secondo tempo decisamente meglio ma sapevamo che di fronte c’era una squadra forte che ti pressava alta. Peccato perché nel momento migliore nostro c’è stato il calcio di rigore perché come capita spesso gli episodi condizionano il risultato. A che livello siamo? E’ ancora difficile valutare a livello di percentuale. Oggi era la prima partita vera, fra virgolette, e non era facile. Prendo tanti spunti positivi e tanti meno. Abbiamo le qualità per poterlo fare. Ora iniziano i punti e dobbiamo essere molto bravi a preparare meglio la settimana. Non dobbiamo fare il campionato che fa il Genoa, che deve vincere, ma per arrivare comunque più in alto possibile. Abbiamo ringiovanito la rosa. Karic? E’ un giovane che deve migliorare nella fase di possesso. Ci darà una grossa mano perché ha qualità importanti e in settimana lavora tantissimo per migliorare. L’ho affrontato quando eravamo entrambi in C e so cosa può darmi. Sul primo gol del Genoa contatto Sabelli-Letizia? Non ho rivisto l’azione. Non so se sia fallo o meno. Alcuni giocatori si sono fermati perché pensavamo fosse un colpo in testa. Non so se sia fallo o meno ma aspettavamo comunque il fischio dell’arbitro perché quando c’è un colpo in testa si ferma l’azione. Non è avvenuto, pazienza“.