Venezia, Zanetti: “Priorità ai play off. Non ho paura di mettere ragazzi che hanno giocato poco”

ZANETTI VENEZIA PLAY OFF – Paolo Zanetti, tecnico del Venezia già sicuro di un posto ai play off, ma che vuole raggiungere il quinto posto, ha parlato alla vigilia del match contro il Cittadella.

Queste le sue dichiarazioni, prese dal sito ufficiale del Venezia:

Sui play off: “La nostra priorità deve essere la gara playoff di giovedì, per tanti motivi. Si gioca tra pochissimi giorni e per quel giorno dobbiamo essere al top, si rende quindi necessario preservare qualche giocatore. Inoltre abbiamo diversi diffidati e non credo sia intelligente rischiare dei giocatori per poi non poterli avere alla prima gara degli spareggi promozione. Voglio dare la possibilità di giocare a chi nel corso di quest’anno ha spinto tantissimo in allenamento per arrivare a questo obiettivo; domani potranno dimostrare il loro valore in una partita in cui ci giochiamo il quinto posto, quindi in un match con qualcosa di importante in palio. Non dobbiamo aver paura di mettere in campo ragazzi che hanno giocato di meno per dimostrare che la rosa è competitiva”.

Sull’avversario: “Domani, come abbiamo sempre fatto nel corso di questo campionato,  scenderemo in campo per vincere la partita, tenendo conto di tutti gli aspetti che avrà il match contro i granata. Vogliamo arrivare alla prima partita di playoff con la squadra tipo e penso sia comprensibile, ma chi giocherà domani vorrà mettersi in mostra. Punto molto sulla voglia di dimostrare dei ragazzi. Chi scenderà in campo ci stupirà, ne sono sicuro, perchè i ragazzi si sono sempre allenati al massimo; sono grandi lavoratori, hanno qualità e domani lo dimostreranno”.

Sulla classifica: “La classifica è davvero anomala, è impossibile anche solo prevedere quale potrà essere il nostro avversario ai playoff perchè ci sono 3 squadre a pari punti. Noi abbiamo l’opportunità di giocare la prima partita in casa e dobbiamo sfruttarla, indipendentemente da chi sarà l’avversario. Il campionato dice che noi dobbiamo fare sempre la corsa su noi stessi; possiamo mettere in difficoltà chiunque, così come andare in difficoltà se non siamo perfettamente connessi. Di sicuro dobbiamo essere al 100%, e tante scelte sono fatte in funzione di questo aspetto non vogliamo avere alcun tipo di rimpianto di non essere arrivato ai playoff al massimo delle nostre potenzialità”.

bonus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.