Venezia, Zanetti: “Dobbiamo vincere contro il Chievo. Non voglio tensione negativa, sopra di noi il paradiso”

ZANETTI VENEZIA CHIEVO – Paolo Zanetti, allenatore del Venezia, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida playoff contro il Chievo. Ecco quanto riportato dal sito ufficiale dei lagunari: “Per me il Chievo merita i playoff per il gioco che esprime e per le individualità di cui dispone; hanno una identità precisa e dispongono di giocatori veloci. Sarà una partita aperta, in gare secche come questa l’aspetto psicologico conta tantissimo e gli episodi possono condizionare la gara; noi per scelta non ci snatureneremo e non faremo calcoli, anche perché per caratteristiche non sappiamo speculare sul risultato. Andremo in campo per provare a vincere, contando sempre su quello che sappiamo fare. E’ innegabile che il Chievo abbia giocatori forti, ma li abbiamo anche noi e dovremo fare in modo che i loro attaccanti debbano preoccuparsi più di difendere che ad attaccare; naturalmente quando avranno la palla loro servirà grande umiltà e compattezza, però quando avremo la palla saranno loro a doversi preoccupare di noi”.

“Questo è il quarto playoff che faccio in cinque anni, se conto anche il campionato con la Beretti della Reggiana. I playoff sono belli da giocare, non ci deve essere tensione negativa; se giocassimo i playout avremmo l’inferno sotto i piedi, mentre qui abbiamo solo il paradiso sopra di noi e dobbiamo dare tutto ciò che abbiamo per arrivarci senza preoccupazioni. Abbiamo fatto un grandissimo campionato e voglio tanto entusiasmo e tanta concentrazione perché affronteremo squadre forti, ma lo siamo anche noi perché in questi spareggi c’è anche il Venezia FC”.

“Credo che a questo punto, qualsiasi partita sia da tripla, le squadre si equivalgono su alcune cose mentre altre sulla carta sono superiori. Quella col Chievo è sempre stata una partita difficile da fare per noi, ora come detto prima le componenti fisiche e psicologiche unite all’entusiasmo e all’identità faranno la differenza. Ragioniamo gara per gara cercando di mettere in campo ciò che sappiamo di essere senza fare ragionamenti sull’avversario. Ci sarà la Var e personalmente mi fa piacere; a noi manca qualche risultato anche a causa di qualche errore e il fatto che nei playoff ci sarà è un aspetto sicuramente positivo”.

Nato a Palermo nel 1996. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'Università degli Studi di Palermo e studente specializzando in Televisione, Cinema e New Media alla IULM.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.