Un Perugia corsaro accentua la crisi del Venezia, al “Penzo” finisce 2-3

VENEZIA – PERUGIA

Allo stadio “Penzo” va in scena la sfida tra Venezia e Perugia. I padroni di casa vanno alla ricerca dei tre punti che mancano da un mese esatto. Nel mentre, cominciano ad intensificarsi le voci che vorrebbero un imminente esonero del tecnico Zenga. Gli ospiti vogliono riscattare la sconfitta interna contro il Cosenza, riprendendo il cammino verso i play-off.

 

PRIMO TEMPO

I lagunari partono subito forte con il colpo di testa di Modolo, che però finisce sopra la traversa. Nonostante il momento propenso agli uomini di Zenga, il Perugia passa in vantaggio al 10′ minuto: Sadiq si invola in un’azione personale partendo da metà campo e arrivando al limite dell’area, poi scaglia un destro su cui Vicario non può nulla. 0-1 per gli umbri! – Il Venezia reagisce e al 18′ gli viene concesso un calcio di rigore: dal dischetto va Bocalon, ma Gabriel gli nega la gioia della rete! – La partita viene indirizzata verso un binario determinato, con i lagunari che possiedono il pallino del gioco e il Perugia pronto a ripartire in contropiede. Il pareggio del Venezia arriva al 38′ minuto: sugli sviluppi di un cross di Zampano, Segre si avventa sul pallone e lo insacca in rete, 1-1! – L’equilibrio dura soltanto due minuti, al 40′ minuti il Perugia torna nuovamente in vantaggio, questa volta con una deviazione decisiva di Verre, abile a sfruttare un cross di Falzerano. Al 44′ gli umbri realizzano il tris: ancora cross di Falzerano che questa volta trova la testa di Melchiorri, abile a infilare il portiere Vicario, incredibile 1-3! Si chiude il primo tempo e dagli spalti partono dei fischi per la squadra di casa.

 

SECONDO TEMPO

Nella seconda frazione si presenta un Venezia a trazione anteriore con quattro attaccanti in campo, l’obiettivo è ribaltare il risultato. All’occasione lagunare firmata Di Mariano risponde quella di Verre. Il match si adagia, con il Perugia abile a gestire il doppio vantaggio ed intenzionato a sfruttare gli errori avversari. Al 76′ minuto, Sadiq fallisce la rete del poker mancando incredibilmente un tap-in davanti al portiere avversario. Ci prova anche l’ex Falzerano, ma all’81’ minuto il Venezia torna in partita grazie alla rete di Di Mariano, nata sugli sviluppi di un cross di St Clair. Successivamente, non si presentano alcune azioni degne di nota e i padroni di casa non riescono a creare occasioni pericolose. Dopo quattro minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine della partita.

 

 

TABELLINO VENEZIA PERUGIA 1-3

Marcatori: 12′ Sadiq (P), 38′ Segre (V), 40′ Verre (P), 44′ Melchiorri (P), 81′ Di Mariano (V)

VENEZIA (4-3-1-2): Vicario; Zampano, Modolo, Fornasier, Mazan; Segre, Schiavone, Pinato (55′ Citro); Zennaro (55′ Di Mariano); Bocalon, Vrioni (73′ St Clair). All. Zenga

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Mazzocchi (89′ Rosi), Gyomber, Sgarbi, Felicioli; Falzerano, Carraro, Dragomir; Verre; Sadiq, Melchiorri (79′ Bianco). All. Nesta

Ammoniti: Gabriel (P), Dragomir (P), Modolo (V), Fornasier (V), Zampano (V)

Nato a Palermo nel 1996. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni presso l'Università degli Studi di Palermo e studente specializzando in Televisione, Cinema e New Media alla IULM.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.