Spal, il Presidente Mattioli: “La nostra organizzazione rimarrà da Serie A”

spal logo

SPAL MATTIOLI SERIE A – Nella giornata odierna, in casa Spal, hanno preso parola il presidente Mattioli e il neo DS Zamuner, per far chiarezza sull’anno che verrà. Il presidente Mattioli: “Oggi ci teniamo a chiudere, definitivamente, la parentesi di un anno non molto buono per noi. Il periodo del Coronavirus ha reso tutto più strano. Dopo Parma la squadra si è fermata. L’unica cosa che chiesi ai ragazzi, è stata quella di chiudere la stagione nel modo più dignitoso possibile, ma ciò non è avvenuto. Mi sono sentito tradito da loro, per questo l’ultima partita abbiamo giocato con la seconda maglia e non con i colori ufficiali. La scelta di Di Biagio – riporta www.tuttomercatoweb.comè avvenuta di comune accordo con Vagnati. Inizialmente mi piacque molto, poi qualcosa ha smesso di funzionare. Semplici è un ottimo tecnico, che non meritava l’esonero. Ma all’inizio dell’attuale stagione, non era il solito. Vagnati al Torino è stata una sorpresa per tutti. Lui mi ha chiesto di andare via, e io l’ho accontentato. Ora siamo fortemente proiettati al futuro. La nostra è,e rimarrà, un’organizzazione da Serie A. Il prossimo anno costruiremo una formazione importante che possa ambire a giocarsi le prime posizioni della classifica. Tanti giocatori vogliono rimanere qui, per aiutare la squadra a ritornare in Serie A, questo è motivo d’orgoglio. Bonifazi è un nostro giocatore, ma non rimarrà in Serie B. Siamo al lavoro per trovargli una collocazione. Nel frattempo, in entrata, abbiamo bloccato 5-6 giocatori molto interessanti.”

Il Ds Zamuner: “Siamo fortemente intenzionati a ripartire con entusiasmo e voglia di fare. La società mi ha datocarta bianca affinché io costruisca la squadra migliore possibile, per giocarci il campionato. Dobbiamo riavvicinare la gente alla squadra. Per quanto riguarda l’allenatore, Marino è un profilo che ci piace, ma è ancora sotto contratto con l’Empoli. In uscita abbiamo diverse richieste per i nostro giocatori, su tutti Fares (Lazio) e Valoti (Torino, Cagliari, Benevento, Crotone), ma noi non abbiamo necessità di vendere.  I giocatori disponibili a restare sono Vicari, D’Alessandro, Di Francesco, Missiroli, Tomovic, Salamon e Paloschi. Berisha e Murgia vorrebbero rimanere in A, anche se gli avevamo chiesto la disponibilità. Floccari lo vogliamo tenere. Devo fare una chiacchierata con il nuovo allenatore, ma gli verrà quasi sicuramente fatta una nuova proposta. Il raduno, attualmente, è previsto per il 20 agosto e, dopo le visite, dovremmo essere pronti per partire con la preparazione il 22 agosto“.

Oriolo Demetrio nasce in Calabria, nell'inverno del 1999. Durante il suo percorso di formazione classica, sviluppa l'interesse per il giornalismo. Addentratosi nel mondo dell'informazione nel 2016, prendendo parte ad alcuni progetti di medio-basso livello, continua il suo percorso di formazione e di crescita lavorando per prestigiosi progetti come Il Calcio Calabrese e Calciomercato Report. E' uno dei fondatori del blog Carpe Ideam e, all'attivo, vanta la collaborazione con La Notizia Sportiva e Pianeta Serie B.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.