Scibilia lascia il Venezia: “Ho dato e ricevuto tanto dalla mia città, il bilancio è positivo”

SCIBILIA VENEZIA LASCIA – Dante Scibilia non sarà più il direttore generale del Venezia. Questo il post pubblicato su Facebook per salutare ufficialmente la squadra della sua città.

Ciclicamente arriva il momento dei bilanci, quel momento è arrivato nuovamente ed il risultato è assolutamente positivo. Sono stati anni di crescita professionale, di grandi emozioni e successi, anni vissuti pienamente, che hanno fruttato esperienze ed emozioni che resteranno dentro di me per sempre. Anni di grandi sacrifici per me e per la mia famiglia, che mi ha sempre supportato e appoggiato, unendoci ancor di più. Anni in cui credo di aver dato tanto alla mia città ed in cui ho sicuramente ricevuto tanto, spero di aver lasciato un segno concreto e tangibile del mio lavoro, delle mie idee e dei miei valori. Poi viene un momento in cui il percorso cambia, per il naturale evolversi delle cose, ma quando accade viene anche il momento di dire grazie. Grazie ad Andrea Seno e Daniele Ranzato che 22 anni fa mi hanno dato la possibilità di cominciare. Grazie a chi mi ha accompagnato in questo percorso condividendo con me gioie e dolori, Ivone de Franceschi Giorgio Perinetti Leandro Rinaudo e Fabio Lupo, i colleghi della società e tutti i giornalisti. Grazie al presidente Mauro Pizzigati e ai compianti presidenti Enrico Rigoni e Yuri Korablin che hanno avuto fiducia in me. Grazie al sindaco Luigi Brugnaro e al suo staff che ci sono sempre stati e su cui ho potuto sempre contare. Grazie ai tifosi ed in particolare ai tifosi della sud, abbiamo sofferto e gioito insieme, ci siamo confrontati sempre con grande rispetto reciproco. E poi grazie a Joe Tacopina che è stato determinante nel far diventare i sogni realtà, troppo spesso si giudica il presente, il passato però, è ciò che ci permette di vivere il presente…. e infine grazie ad Alessandro Vasta un grande uomo che è diventato un grande amico. Grazie Venezia, Grazie Unione

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.