Salernitana, Giampaolo: “Menichini dovrà lavorare sulla testa. L’esperienza di Calaiò sarà decisiva”

Salernitana

PESCARA SALERNITANA – Federico Giampaolo, doppio ex di Pescara e Salernitana, ha parlato del match che vedrà impegnate le due compagini all’Adriatico alla trasmissione Radio Alfa. Questo un estratto delle sue dichiarazioni riprese dai colleghi di Salernitananews.it:

Ci vogliono grandi motivazioni. E’ la partita dell’anno. Dovesse vincere la Salernitana sarebbe salva. Ne ho fatte tante di Pescara-Salernitana, è un match particolare. I granata si giocano il campionato; il Pescara, invece, la possibilità di fare i play-off in una migliore posizione di classifica. So che c’è stato il cambio allenatore, con l’avvento di Menichini. Di solito tutti questi ingredienti potrebbero dare una mano”

“Su cosa dovrà lavorare Menichini? Sulla tattica non c’è tempo e spazio, deve lavorare sulla testa. In cinque giorni non può fare molto; deve toccare i punti giusti per stimolare la squadra. Anche i giocatori sono consapevoli che una vittoria potrebbe salvare la stagione. L’unica cosa che il tecnico non deve fare è quello di innervosire la squadra: anche in Champions abbiamo ammirato ribaltamenti di risultati, dunque le chiavi della Salernitana devono essere la tranquillità e la consapevolezza della proprio forza. Non mi aspettavo una stagione del genere da parte dei granata. Calaiò o Djuric? Il primo ha già vissuto questo tipo di partite e sa come affrontarle. È chiaro che se il bosniaco è in forma deve partire titolare perché la condizione conta più dell’esperienza in questo frangente. Ma sono sicuro che Calaiò potrebbe subentrare ed essere decisivo.”

22 anni, vivo e studio a Catanzaro. Amante a 360 gradi dello sport più bello del mondo: calcio internazionale, Serie A, B e C sono il mio ossigeno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.