Spal, Rastelli: “Ero convinto di riuscire a raggiungere i playoff, ma non pensavo di trovare così tante difficoltà”

RASTELLI SPAL DICHIARAZIONI – Al termine della gara contro la CremoneseMassimo Rastelli, fa il punto sulla stagione appena conclusa e mette luce sugli interrogativi che investono la squadra in vista della prossima Stagione. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni riportate da Tuttomercatoweb.com:

“Dove abbiamo perso la possibilità di accedere ai playoff? È la somma di un campionato, non c’è un momento specifico. Io posso dare un giudizio sulle mie nove gare. Sapete benissimo le difficoltà che c’erano dal punto di vista psicologico e di organico, con tanti uomini infortunati. Abbiamo poi perso tre gare di fila quando ci sarebbe bastato un punticino per raggiungere l’obiettivo minimo. Ormai è andata e ci lecchiamo le ferite. Questo gruppo ha affrontato tante difficoltà e non ha trovato la continuità necessaria per stare sempre in alto. Detto ciò, ho trovato un gruppo con grandissima disponibilità. Nel finale abbiamo pagato il fatto che, rispetto a noi, Chievo e Brescia proprio negli ultimi tre mesi hanno recuperato tutti gli effettivi.

In queste nove gare ha ottenuto quattro vittorie e due pareggi, quindi quasi il 50% delle vittorie con un organico in grandi difficoltà in determinati ruoli. Una media di 1,50 punti a partita. Una proiezione sui 59 punti finali. Io e il mio staff abbiamo cercato di raggiungere l’obiettivo ma soprattutto di dare tutto noi stessi. Poi spetterà alla società giudicare. A me piacerebbe poter continuare a lavorare qui. Ringrazio la società che mi ha permesso di allenare una squadra storica con grandissima tradizione. Il rammarico è doppio perché avrei voluto raggiungere l’obiettivo minimo dei playoff. Mi auguro che il lavoro svolto possa essere apprezzato dalla società. Smaltita la delusione, a bocce ferme si potrà parlare con più serenità

Domani i ragazzi avranno un giorno di riposo, poi da mercoledì riprenderemo gli allenamenti quindi ci rivedremo con la società. Staremo a contatto fin quando si stabilirà il rompete le righe. In queste settimane ci sarà modo per capire le nostre idee e gettare eventualmente le basi per una programmazione futura.

La società mi aveva fatto capire che la squadra fosse in grandissima difficoltà e temeva non riuscisse entrare ai playoff. Sapevo che era un organico che potesse puntare ai playoff per poi eventualmente arrivare in Serie A. Non ci ho pensato due volte ad accettare l’incarico. Ero convinto di riuscire a raggiungere i playoff, ma non pensavo di trovare così tante difficoltà”.

bonus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.