Quali sono le proprietà più longeve del calcio? Tre club cadetti in lista

PROPRIETA’ ITALIANE LONGEVE CHIEVO CITTADELLA EMPOLI – Quali sono le proprietà più longeve nel calcio d’elite europeo? Una fotografia è offerta dal CIES Football Observatory, che ha stilato una classifica dei club appartenenti alle due principali divisioni calcistiche di Italia, Inghilterra, Francia e Spagna.

Dietro alla Juventus degli Agnelli, in Italia la seconda posizione spetta al Chievo Verona, gestito dalla famiglia Campedelli da quasi 57 anni. Nel 1964 Luigi Campedelli, uomo d’affari e proprietario della Paluani, diviene presidente del club. Tuttavia, nel corso degli anni successivi, egli ha ceduto la carica presidenziale, pur rimanendo patron della società, fino al 1990 quando vi è tornato a pieno titolo. A sostituirlo è stato il figlio Luca che nel 1992, alla scomparsa del padre, appena ventitreenne ha assunto la guida dell’azienda di famiglia e la presidenza del club clivense.

Il podio si chiude con un’altra società italiana, il Cittadella della Gabrielli Spa, gruppo imprenditoriale attivo nel settore siderurgico, che ne detiene la proprietà fin dalla fondazione nel 1973 e ne ha finanziato il progressivo sviluppo, conducendola in poco tempo dal dilettantismo al professionismo.

Tra gli altri club italiani oltre all’Udinese di Pozzo, al Crotone di Vrenna e al Sassuolo di Squinzi, c’è l’Empoli, guidato da Corsi dagli anni ’90.

FONTE: CalcioeFinanza.it

bonus
Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.