Pescara, Bettella: “Sono solo a casa. La famiglia mi manca molto. Dobbiamo aiutarci tutti insieme”

DELFINO-PESCARA-1936

BETTELLA PESCARA – Bettella, difensore del Pescara e dell’U21 ha raccontato come sta trascorrendo la sua quarantena. Ecco le sue parole, come riporta il Corriere dello Sport: “Sono rimasto a Pescara e vivo da solo: non è facile, mi annoio. E’ più o meno la stessa routine tutti i giorni, mi alzo verso le 9,30 e faccio le cose che fanno un po’ tutti. Il preparatore atletico Cantarini ci contatta a gruppi di tre e facciamo, in videochiamata, un allenamento di circa 20 minuti. Successivamente pranzo e il pomeriggio mi dedico agli allenamenti grazie agli attrezzi che ho a casa. Durante la giornata mi sento con i compagni. Siamo un bel gruppo. Ora ci sfidiamo anche alla Play-Station. I familiari mi mancano molto, è innegabile, ma non sono preoccupato perché loro riescono a trasmettermi sicurezza e so che applicano tutte le precauzioni possibili. Ho sentito anche i miei ex compagni dell’Atalanta che sono a Bergamo. Dobbiamo aiutarli e dobbiamo aiutarci tutti insieme”.

bonus
Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.