Lecce, Nikolov: “Ho scelto un club con grande tradizione, Pandev mi ha spinto ad accettare”

NIKOLOV LECCE PANDEV – Boban Nikolov, rinforzo a centrocampo del Lecce in questo mercato di gennaio, si è presentato alla stampa.

Ecco le sue parole, riprese da CalcioLecce.it:

“In passato sono stato vicino ad arrivare in Italia, con il Brescia, ma non si è concretizzato il tutto. Ho scelto il Lecce perché è un club di grande tradizione, che lo ha visto giocare spesso in Serie A. La società ha un progetto ambizioso, e so di poter crescere con loro perché hanno tutte le caratteristiche in regola per aiutarmi a farlo. E’ da un mese che parlavo con la società giallorossa, ed ero molto felice di questo interesse. Anche perché ho avuto ottime referenze. La mia speranza è di rimanere qui a lungo.

Sono un centrocampista capace di giocare box-to-box, con caratteristiche da mezzala. Penso di essere adatto al calcio italiano, perché è tattico e serve grande forza fisica e voglia di lottare, caratteristiche che non mi mancano. In particolare il modo di giocare di mister Corini, molto aggressivo, mi calza a pennello. Ho scelto il 16 che per me è un numero fortunato, visto che è il mio numero nella Nazionale. Idoli? Mi ispiro a Zidane, mi è sempre piaciuto sin da quando ero piccolo.

Voglio aiutare la squadra a raggiungere la Serie A, e penso di avere le qualità giuste per aiutare la squadra a lottare per questo ambizioso obiettivo. Per riuscirci dovrò integrarmi nel gruppo, che deve essere come una famiglia perché solo così si possono raggiungere grandi traguardi. Ho parlato con Pandev, mi ha davvero parlato bene di questa società. Mi ha detto che è un club per bene ed importante nel panorama nazionale, e questo mi ha aiutato molto nella scelta di dire di sì ai giallorossi.

Ho avuto un’ottima impressione dei miei nuovi compagni, forti ed uniti verso l’obiettivo Serie A. Sono persone accoglienti e calorose. Io mi sento sicuramente pronto a giocare già domenica, e mi farò trovare pronto se il mister decidesse di chiamarmi in campo. E’ lui a decidere, l’importante è l’unione e la coesione della squadra. Ho un ottimo rapporto con Zuta, è davvero un bravo ragazzo che mi ha parlato benissimo dell’ambiente giallorosso. Mi ha aiutato nei miei primi giorni in questa nuova città”

bonus
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.