Cremonese, Mogos: “Speravamo nei playoff. Contento per la mia annata”

MOGOS CREMONESE – Perno della Cremonese (unico giocatore di movimento tra Serie A e B ad aver disputato l’intera stagione regolare senza saltare un minuto), Vasile Mogos è intervenuto quest’oggi in conferenza stampa. Ecco quanto apparso sul sito ufficiale del club: “Dispiace per quell’atto finale, avremmo voluto guadagnarci i playoff sul campo, ma purtroppo sono sfumati sul più bello. A Perugia abbiamo dato tutto, tutti quanti; avremmo voluto vincerla, ma purtroppo non siamo riusciti a fare la partita che volevamo.

La mia è stata una stagione molto positiva anche grazie ai mister e ai compagni che mi hanno sempre dato fiducia. Sono fiero di questa squadra: tre mesi fa sembrava dovessimo retrocedere per come stavano andando le cose, invece ci siamo guardati negli occhi e rimboccandoci le maniche abbiamo sfiorato un obiettivo prestigioso. Qui c’è un grande gruppo e io sono orgoglioso di farne parte.

I numeri dicono che nelle ultime 11 partite abbiamo conquistato 22 punti, come il Lecce. È da lì che dovremo ripartire. Momenti brutti ce ne sono stati, ma io penso sempre positivo, sono un ottimista e preferisco ricordare quelli belli. Li porto tutti dentro me, ma qui mi piace ricordare il gol di Boultam con il Crotone: abbiamo vissuto tutti una grande emozione e lui quel gol se l’è meritato.

I miei gol? Ognuno di loro rappresenta qualcosa di importante. Il più bello? Quello con il Cosenza, ma non dimentico la capocciata di Palermo“.

Sul suo “record” citato in apertura: “Inizialmente non era un obiettivo, mi interessava solo essere a disposizione del mister e della squadra. Poi di partita in partita ho iniziato a pensare che ce l’avrei fatta anche se alla fine è stata davvero dura: per fortuna – osserva sorridendo Vasile – non ho fatto troppi danni. Sono contento, è una grandissima soddisfazione, un punto di partenza non certo un traguardo. E tra i tanti che devo ringraziare c’è mia cugina Andreea, lei sa che nella vita non si deve mai mollare e me lo ricorda sempre. Io amo quella donna“.

Sulla pre-convocazione con la Romania: “È stata un’enorme soddisfazione, adesso cercherò di guadagnarmi la convocazione: per me che arrivo dal nulla sarebbe il coronamento di un sogno. Il futuro? Sono legato alla Cremonese ancora due anni e sono contentissimo di far parte di questa società. Ma adesso per un po’ penserò alle vacanze“.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.