Lecce, Maggio: “Adesso conta essere un gruppo unito. Non penso a cosa accade a Salernitana e Monza, per noi conta poco”

MAGGIO LECCE – Il terzino giallorosso ha parlato del finale di stagione e delle due sfide contro Salernitana e Monza a calciolecce.it. Queste le sue parole: “Per noi queste ultime quattro gare sono importantissime perché facendo bene ci potrebbe permettere di vivere un futuro molto positivo. Non sarà semplice perché affronteremo squadre che hanno ancora degli obiettivi. Dobbiamo essere consapevoli delle nostre forze. Prima di tutto conta allenarsi bene per poter sfruttare le qualità della nostra rosa che è molto ampia e importante. Già a partire contro il Cittadella dobbiamo iniziare a cogliere punti.  Tifosi? In questo momento per noi è importante stare tranquilli. Stiamo vivendo un momento particolare e il pubblico ci manca da tanto tempo, questo è un aspetto che abbiamo oramai messo da parte, la loro vicinanza la sentiamo. Adesso conta essere un gruppo unito. Conta essere tranquilli e pensare a noi stessi, oggi siamo padroni del nostro destino. Sono contento del mio percorso qui a Lecce, ho sempre dato il massimo e ho provato a dare una mano a chi ne ha bisogno. Con il mister mi trovo benissimo, mi piace tanto perché parla tanto con i giocatori e ci mette tranquillità e serenità e questo fa si che ci possa permettere di avvicinarci a queste gare nel miglior modo possibile. Salernitana, Monza? Non ci penso a cosa accade nelle altre squadre, per noi conta veramente poco, oggi l’unica cosa che conta è preparaci bene e finire questo campionato nel miglior modo possibile. Servirà attenzione e concentrazione fino all’ultimo minuto, dobbiamo evitare pericolosi cali di tensione come avvenuto nella gara contro il Chievo Verona in cui abbiamo rischiato di compromettere quanto di buono fatto nel corso della prima frazione di gioco. E’ importante che oggi siamo tutti a disposizione del mister, abbiamo avuto qualche problema nelle partite precedenti, ma ora siamo tutti e il mister ha la possibilità di cambiare giocatori senza però variare il livello di qualità in campo. Questo è importantissimo soprattutto se si giocano quattro gare in così poco tempo. Promozione? Sarebbe un risultato in più nel corso della mia carriera. Io vivo per arrivare a degli obiettivi. Quando ho scelto Lecce sapevo che c’era una società ambiziosa che punta a grandi palcoscenici. Sono contento del mio percorso. Manca ancora però qualche settimana per tirare le somme”. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.