Monza, Gytkjaer: “Il rigore sbagliato con la SPAL ha inciso sul mio inizio, Balotelli top player. Su Eriksen…”

GYTKJAER MONZA ERIKSEN – Christian Gytkjaer, attaccante del Monza, è stato intervistato in esclusiva da Monza-news.it.

“È difficile rispondere indicando una sola causa per l’inizio a rilento, è sempre stato così per qualsiasi attaccante: ci sono alcuni periodi positivi e altri negativi. Sicuramente, se avessi segnato il rigore contro la SPAL avrei cominciato meglio: ricordo di aver avuto anche diverse occasioni da gol in quella partita, lo stesso contro l’Empoli, diciamo che sono dettagli. Se avessi segnato due o tre gol nelle prime partite questo exploit sarebbe arrivato prima, ma succede così per ogni attaccante: nuovi compagni, nuovo ambiente e nuova squadra, ci vuole sempre un po’ di tempo per arrivare a una certa intesa e a un certo livello di rendimento collettivo. Non è la prima volta che mi capita, ho alle spalle una lunga carriera fatta di alti e bassi: non si può sempre stare in alto tutto il tempo. È sempre una questione di alti e bassi, ho fatto i miei gol e sono fiducioso, bisogna sempre essere pazienti.

Posizione? Dipende dalle circostanze, io ho giocato per gran parte della mia carriera come unica punta, che forse è il ruolo per cui sono più adatto. Qui a Monza ci sono molti ottimi attaccanti, giocatori di grande qualità, perciò non è così male giocare a due punte, ma in generale mi trovo bene con entrambi i moduli. Ovviamente conoscevo Balotelli, chiunque abbia giocato a calcio conosce Mario. Ovviamente è un top player e la sua carriera è stata ad altissimi livelli, sicuramente potrà aiutarci molto. Anche fuori dal campo è un ragazzo molto bravo, simpatico e sorridente, ha anche la mia età.

Kjaer e Eriksen? Li vedo anche qualche volta fuori dal campo: io e la mia ragazza viviamo a Milano e quindi capita di incontrarci sia con Simon che con Christian. È un aspetto positivo per noi avere qualche amico con cui incontrarci qui in Italia. Christian a Monza? Ovviamente, a chi non farebbe piacere giocare con lui?! È un top player e giocare con i migliori giocatori possibili è sempre bello. Penso che Carlos Augusto faccia molti ottimi cross, anche Giulio Donati. Penso che i due terzini della nostra squadra siano coloro che fanno più cross di tutti durante le partite, ma anche Checco Lepore è molto bravo…”

bonus
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.