Frosinone, Grosso: “Abbiamo cercato la vittoria fino alla fine. Charpentier ha grandissime qualità”

GROSSO FROSINONE CROTONE – Grosso, tecnico del Frosinone, ha parlato al termine della gara vinta in casa contro il Crotone. Ecco le sue parole, raccolte da tuttofrosinone.com:

Quanto vale la vittoria? Le vittorie in questo campionato valgono tanto perchè è difficilissimo. Li abbiamo messi in difficoltà nella prima parte, meno nella seconda ma siamo stati premiati nel finale con la vittoria. L’abbiamo cercata fino alla fine e non era semplice.

Gol nel finale? Quando lo prendavamo dicevo che non era sfortuna, le partite vanno giocate, sentite con il giusto spirito. I risultati ci dimostrano che le gare vanno giocate fino alla fine, siamo un gruppo di valore e lo stiamo dimostrando. Oggi abbiamo affrontato un avversario molto forte, che tornerà presto nelle zone alte della classifica. Buon primo tempo, nella ripresa abbiamo un po’ barcollato ma siamo stati bravi a riprenderci nel finale.

Gara spezzettata? Giusta riflessione, anche domenica scorsa la gara è stata molto spezzettata e non si trova il ritmo. Ravaglia ha fatto bene perchè è stato sportivo ma gli ho ricordato che loro sul cross potevano far gol e se lo sarebbero preso. Servirebbe un briciolo in più di sportività. Sono felice del comportamento di Federico anche se abbiamo diversi ragazzi che si devono smaliziare.

Brighenti e gli altri? Siamo un po’ corti dietro, però Szyminski e Cotali oggi hanno fatto benissimo, sono stati molto bravi e sono felice. Matteo Cotali ha grandi doti e lo sta dimostrando nonostante sia arrivato in sordina. Abbiamo diversi giovani in cui crediamo e che stiamo aspettando. Dobbiamo lavorare, lo spirito è quello giusto e le qualità ci sono ma dobbiamo dimostrarlo gara dopo gara. Con Brighenti ho parlato l’altro giorno, i tempi non sono ancora brevissimi, lo aspettiamo senza forzare i tempi.

Dobbiamo essere bravi tutti perchè c’è stato un grande cambio, abbiamo cambiato 20 persone e questo si sente. Sicuramente ci saranno momenti difficili ma continuando a lavorare la gente riconoscerà il nostro impegno e saprà sostenerci anche in quei momenti. Potrei dire che a Cosenza meritavamo sicuramente di più nella ripresa, a Vicenza abbiamo vinto, ad Alessandria il pari era giusto. Oggi non dovevamo ritrovare morale ma dovevamo affrontare un grande avversario.

Charpentier? Sono soddisfatto del suo rendimento perché per me ha grandissime qualità e lo sta dimostrando. Può migliorare ancora e mettere minuti nelle gambe perché non ha giocato tanto, ma sono felice di quello che sta facendo. La tribuna di Rohden? Non stava bene, da qualche gara ha qualche problemino e quindi ho preferito portare altri.

Salvezza? Questo campionato ti metterà davanti a delle difficoltà, abbiamo delle qualità ma le hanno anche gli altri. E’ un campionato difficile, non ha senso dire dove vogliamo arrivare, ma piuttosto dobbiamo lavorare e fare il massimo gara dopo gara. Sono felice di come si allenano i ragazzi, ora siamo felici perchè facciamo punti ma non dobbiamo mollare perchè non dobbiamo deragliare per demeriti nostri. Bisogna essere consapevoli che in ogni gara si può mettere 1×2, e le porterà a casa chi le preparerà e affronterà meglio”.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.