Gregucci: “Se il calcio si ferma, è giusto che il Vicenza salga in B”

GREGUCCI VICENZA – Monza, Vicenza e Reggina vanno verso la Serie B a passo spedito, sia se si dovesse riprendere, sia se non si dovesse riprendere. Sull’eventuale promozione dei biancorossi, ha espresso il suo pensiero Angelo Gregucci, al Corriere del Veneto. Ecco le sue parole, riportate da trivenetogoal.it:

«Conosco bene Di Carlo, conosco il ds Magalini per averci lavorato, il direttore generale Bedin che è stato un caposaldo della mia carriera e come Mimmo rappresenta una profonda vicentinità. Se il calcio si fermerà credo abbiano il diritto a superare la categoria: al di là del mio amore, della simpatia e del rapporto con queste persone, non ci sono dubbi che le prime la promozione se la siano guadagnata sul campo. Vicenza è stata l’unica che mi ha dato la possibilità di allenare con continuità, sono riconoscente alla società e alla dirigenza. L’augurio oggi è di completare un percorso di risalita per portare il Lanerossi in alto, conosco l’ambizione di tutti e l’importanza della famiglia Rosso in ambito imprenditoriale».

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.