Cittadella, Gorini: “Col Crotone sfida aperta, ho ancora qualche dubbio di formazione”

GORINI CITTADELLA CROTONE SFIDA – Edoardo Gorini, allenatore del Cittadella, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa alla vigilia della partita col Crotone.

Ecco quanto riportato da Trivenetogoal.it:

“Abbiamo tutti a disposizione a parte Beretta e Cuppone. Cuppone ha tolto i punti e dovrebbe rientrare un po’ alla volta e Beretta tornerà dopo la pausa. Qualche dubbio mi resta ancora, vediamo sulla mezzala sinistra visto che rientra Branca ma Gargiulo ha fatto una grande partita contro il Vicenza.

Il Crotone è un cantiere aperto, hanno ancora Messias e Riviere in rosa che potrebbero andare via. Modesto fa un gioco molto propositivo, Mogos e Maric hanno ottime qualità e non parliamo di Benali, che mi sembra sia il loro giocatore migliore. Sono arrivati Donsah, Mulattieri ed Estevez e sicuramente con questi nomi vorranno fare un campionato di vertice. Non pensavo che Mulattieri partisse così forte, credo sia una delle sorprese di questo inizio.

Quella di domani sarà una sfida aperta, con squadre che vogliono imporre il proprio gioco. Sarà una partita aperta, sicuramente una bella sfida. I singoli fanno sempre la differenza, la condizione fisica sicuramente incide. Incide anche un aspetto tattico e di aggressione visto che siamo squadre che entrambe cercano di aggredire. La giocata del singolo poi potrebbe rompere gli equilibri. In queste due partite si è visto che abbiamo giocatori molto tecnici e che sanno attaccare la profondità. Dobbiamo cercare di metterli nelle condizioni migliori per esprimersi.

Il Cittadella è una squadra che in questi anni ha dimostrato di avere un gran collettivo, ci sono prerogative fondamentali per un campionato di B. L’interscambiabilità dei ruoli mi serve per dare meno riferimenti agli avversari, ho più possibilità sia dall’inizio che a gara in corso. In questa settimana abbiamo cercato di insistere dal punto di vista del gioco. Le caratteristiche dei giocatori che vengono impiegati adesso sono funzionali al nostro sistema di gioco. Baldini e Antonucci, oltre che gli assist, possono dare anche un ottimo contributo sotto il profilo degli assist.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.