Vicenza, Giacomelli: “Bisogna chiedere scusa e non parlare”

GIACOMELLI VICENZA – Stefano Giacomelli, attaccante e capitano del Vicenza, ha commentato la debacle patita contro la Ternana, come apprendiamo dal sito ufficiale del club: “L’unica cosa che c’è da dire è dire scusa ai tifosi, chiedere scusa da capitano. Il risultato è pesante, ma noi di cosa vogliamo parlare la prima mezz’ora bene e poi il resto un disastro, un disastro perché poi siamo rimasti in 10 non dicendo nulla all’arbitro, Però anche di quello mi prendo la mia responsabilità. L’espulsione? Stavo parlando con Pasini che era il capitano e gli stavamo chiedendo spiegazioni, poi è stato validato, mi sono girato verso Pasini e gli ho detto “guarda che è umbro, lascialo stare” e lui si è girato e mi ha dato il rosso. Quindi non ho insultato nessuno e neanche detto nessuna parolaccia, né detto una frase offensiva, ho solo detto questo, quindi mi assumo la responsabilità anche perché non mi capita mai una cosa del genere, quindi chiedo scusa anche per questo. Credo che questa sia la giornata per chiedere scusa e non parlare. Coi tifosi alla fine non c’ero perché purtroppo ero dentro e non potevo rientrare essendo stato espulso“.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.