Monza, Frattesi: “Siamo incappati in un perio­do negativo, basta un episodio per tornare a vincere”

FRATTESI MONZA DICHIARAZIONI – Il centrocampista del Monza e della Nazionale Under 21, Davide Frattesi, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, parlando del momento negativo della squadra. Ecco le sue parole riportate da ForzaMonza.it:

“La scommessa con Brocchi? Sì, è tutto vero. Ad inizio campionato faticavo a segnare e così il mister ha promesso che se fossi arrivato a fine stagione a otto gol mi avrebbe acquistato qualcosa: ora che sono a quota sei devo iniziare a pensare a co­sa farmi comprare. Scherzi a parte, mi dispiace che la rete non sia bastata per battere il Pescara: la dedico alla mia fa­miglia e alla mia fidanzata Eleonora”.

La prossima gara sarà importante per me, Ascoli è stata una tappa fon­damentale: se segno non esul­to, come all’andata. C’è solo da pensare ai tre punti: ci manca­no sei partite e per la promo­zione diretta dobbiamo vincer­le tutte e sperare che il Lecce rallenti.

Ultime partite? Siamo incappati in un perio­do negativo: ci manca l’entu­siasmo che solo le vittorie pos­sono generare e questo rende tutto più complicato. Dobbia­mo ritrovare al più presto il successo per il morale e la fiducia: nel calcio basta un episo­dio a far girare una stagione e dobbiamo essere forti mentalmente per rimetterci sulla giu­sta rotta.

Giusta la conferma di Brocchi, siamo tutti, al cento per cento, con lui: abbiamo gran­de stima del mister e siamo fe­lici di andare avanti con lui. E poi in campo andiamo noi cal­ciatori: siamo noi che facciamo le scelte in partita e siamo i pri­mi a doverci prendere le nostre responsabilità.

Galliani? Ci ha fatto piacere rivederlo lunedì allo stadio: la sua presenza è uno stimolo in più per tutti noi. Ci carica con il suo carisma e il suo dna vin­cente: siamo stati in ansia nei giorni in cui è stato ricoverato in ospedale per il Covid, ma ora il suo ritorno sarà una grande spinta per noi.

Non penso alla sfida in Nazionale contro Carvalho, in questo momento pen­siamo solo al Monza. Per me la Nazionale è un banco di prova: confrontarsi con i migliori gio­catori degli altri Paesi ti fa capire a che livello sei. Sto facendo un per corso da favola in azzur­ro: questa Under 21 è un grande gruppo, con la fortuna di avere un allenatore preparato come Nicolato”.

 

bonus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.