Foggia, Grassadonia: “Possiamo giocarcela con chiunque anche grazie al supporto dei tifosi, domani dobbiamo aggredire noi per primi”

Appena conclusa la consueta conferenza stampa della vigilia di mister Grassadonia. Ecco le sue parole, raccolte da ilfoggia.com:

Stiamo crescendo, a Benevento abbiamo disputato un’ottima gara ma va archiviata perché domani affronteremo una squadra che tenterà un approccio decisamente aggressivo e dobbiamo avere la consapevolezza di doverli aggredire noi per primi, per poter fare risultato. La squadra sta lavorando bene e deve continuare a farlo, con la giusta concentrazione per giocarcela.

Stiamo lavorando sugli errori che abbiamo commesso ma dall’altra parte ci sono anche degli avversari in grado di crearci dei pericoli. Viviamo alla giornata, sappiamo cosa facciamo in allenamento e abbiamo, perciò, una mentalità forte. Dobbiamo continuare a conoscerci e, insieme, dare il massimo per risolvere questa situazione di classifica che, nonostante i due risultati molto positivi, ci vede ultimi. Attualmente il gruppo non è ancora al top, io non mi accontento mai anche se siamo distanti dall’idea di formazione che ho in mente. È necessario che tutti si riprendano per cambiare pelle definitivamente.

Domani affrontiamo una squadra in salute che ci renderà la vita decisamente complicata ma siamo pronti. Durante la sosta lavoreremo e proveremo qualche nuova soluzione tattica, oltre a recuperare chi ancora è fuori. L’Ascoli è una squadra organizzata bene, allenata nel modo corretto e dovremo essere bravi ad avere il giusto impatto nel match. Mazzeo sta bene, non ha mai saltato un allenamento ed è un giocatore intelligente, fondamentale come tutti quelli che ho a disposizione.  Sono io ad adattarmi alla rosa di cui dispongo, spiace solo non aver avuto tutti i giocatori a disposizione sin dalla prima giornata ma non posso non ringraziare il Direttore che ha creato una squadra di grandissimo livello.

Questa squadra può giocarsela con chiunque, in quanto oltre ad essere forti possiamo contare sempre sull’apporto straordinario dei nostri tifosi e giocando in casa dobbiamo esser bravi a dar un impronta al match come fatto a Pescara, col Padova e a Benevento. Per domani ho un paio di dubbi ma sicuramente chi scenderà in campo sarà pronto, valuterò nelle prossime ore. Sono un tipo di persona equilibrata: non mi deprimo se arrivano tre sconfitte di fila e non mi entusiasmo più di tanto dopo due vittorie di fila“.

bonus

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.