Benevento, Foggia: “La squadra è già competitiva, in A per la salvezza”

Foggia Benevento

FOGGIA BENEVENTOPasquale Foggia, direttore sportivo del Benevento, intervenuto ai microfoni di www.ottopagine.it, si è così espresso in merito al presente e al futuro della sua squadra: “Come ho visto la squadra? Bene, i ragazzi sono in forma. Nel complesso la squadra mi sembra anche più forte del periodo pre-pandemia. La riapertura del calcio è una vittoria per tutti; i numeri legati al virus, in costante diminuzione, sono un’altra vittoria: è questa una doppia vittoria che lascia ben sperare tutti. Il nostro progetto? E’ partito immediatamente dopo la retrocessione in Serie B. L’idea è subito stata quella di costruire una squadra per ritornare in Serie A e di restarci quanto più tempo possibile. Per il nostro obiettivo, che sarà la salvezza, l’attuale squadra sarebbe già competitiva. Faremo di tutto però per puntellare ulteriormente la rosa con acquisti mirati. La base c’è, ed è forte. Inzaghi? E’ un vero e proprio martello. Batte incessantemente su tutto per raggiungere il massimo risultato. Durante la quarantena me lo sono dovuto sorbire da solo – ride -, ora l’ho lasciato tutto ai ragazzi. I tifosi? Purtroppo non ci saranno. Sono l’essenza di questo sport, ma in un momento del genere occorre fare di necessità virtù. La situazione legata ai prestiti? Spero che venga trovato un accordo comune che non scontenti nessuno. Iemmello è in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione del Perugia. Vedremo cosa accadrà. Per quanto riguarda Maggio dipenderà tutto dalla sua volontà, ma sarà un discorso diverso rispetto a quelli di Gyamfi e Coda. Gori è legato a questi colori e resterà sicuramente. In una situazione del genere deve necessariamente subentrare il buon senso da parte di tutti, ci troviamo davanti ad un evento mai accaduto prima. Se c’è la volontà da parte di tutti, per noi non ci saranno problemi nel prorogare l’accordo fino al 30 agosto. Del Pinto? E’ un elemento imprescindibile per il Benevento. Non è mai stato messo in discussione, rientra nel nostro progetto. I terzini? In Serie A le cose cambiano. Probabilmente sposteremo Letizia a destra, e sulla sinistra schiereremo un mancino naturale. In B, essendo noi costruiti per vincere, ci siamo potuti permettere qualche esperimento. In Serie A non sarà così, non ci potremo permettere di sbagliare. Proprio per questo sarà importante schierare ogni giocatore al suo posto.”

Oriolo Demetrio nasce in Calabria, nell'inverno del 1999. Durante il suo percorso di formazione classica, sviluppa l'interesse per il giornalismo. Addentratosi nel mondo dell'informazione nel 2016, prendendo parte ad alcuni progetti di medio-basso livello, continua il suo percorso di formazione e di crescita lavorando per prestigiosi progetti come Il Calcio Calabrese e Calciomercato Report. E' uno dei fondatori del blog Carpe Ideam e, all'attivo, vanta la collaborazione con La Notizia Sportiva e Pianeta Serie B.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.