Ascoli, avv. Dionigi: “Ritorno? Non c’erano le condizioni, fatte promesse poi non mantenute”

DIONIGI ASCOLI – Ancora sotto contratto con l’Ascoli ma praticamente impossibile da rivedere sulla panchina del Picchio. Davide Dionigi ha concluso in maniera burrascosa la propria esperienza alla guida dei bianconeri, e le ragioni del malcontento sono state spiegate dal suo avvocato Crescenzo Cecere ai microfoni di tuttomercatoweb.com: “Mancato ritorno ad Ascoli? Il mio assistito ha ancora un contratto di un anno, ad inizio stagione però c’è stata la separazione. Non c’erano le condizioni per il ritorno, perché sono state fatte promesse poi non mantenute. Se mi riferisco al mancato rinnovo con adeguamento? Sì, gli accordi erano quelli. Il presidente però ha deciso di cambiare idea credo dopo la partita contro il Benevento. Dionigi ha valorizzato gran parte dell’organico, tanti calciatori oggi giocano in A e in B. Oltre a salvare la squadra ha creato patrimonio e dato entusiasmo alla piazza. Il futuro? Siamo in attesa. Parlano i numeri, Dionigi ha dimostrato di aver fatto un ottimo lavoro, non dimentichiamoci che l’anno scorso è arrivato dopo continui cambi e in un mese e mezzo ha contributo alla salvezza dell’Ascoli“.

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.