Vicenza, Di Carlo: “Non dobbiamo fare calcoli, il Brescia è una squadra tecnica, serve la massima concentrazione”

DI CARLO VICENZA CONFERENZA – Mimmo Di Carlo, tecnico del Vicenza, interviene in conferenza in vista della partita contro il Brescia. Di seguito le sue parole riportate da Trivenetogoal.it:

“L’ultima Vittoria? La squadra ci ha creduto fino alla fine in una partita difficile, abbiamo giocato bene nel primo quarto d’ora e nell’ultimo, mentre in mezzo siamo stati poco propositivi, ma in questo finale cerchiamo concretezza e atteggiamento. La risposta è stata una vittoria fondamentale e importante per mettere un bel mattone nella salvezza

Errori? Qualche volta ci sono state letture poco perfette e gli avversari ne hanno approfittato, ma non voglio colpevolizzare nessuno, quello che conta è stata la reazione. Secondo me la partita di Chiavari ci ha dato tanti spunti: quando abbassiamo l’intensità diventiamo una squadra normale, altrimenti siamo la squadra che ha fatto 10 vittorie, e sappiamo che con 11 arriva la salvezza, con 14 i playoff e 18 si vince il campionato.

Come sta la squadra? Oggi abbiamo fatto allenamento e ci sono ancora tre quattro giocatori ancora da valutare, la mia intenzione è di valutare tutti e 27 e giocatori, questo è un bel dato. Devo valutare la botta di Pontisso, Meggiorini, Jallow e Beruatto.

Due giorni di preparazione sono sufficienti se riusciamo a portare a casa il risultato, ma senza alibi. Serve testa e cuore. Non dobbiamo fare calcoli, il Brescia è una squadra tecnica, serve la massima concentrazione.

La classifica di Serie C? Il Perugia ha giocatori di serie B come il Padova, tante volte spendere soldi in serie C non è l’unica cosa che conta. Il Padova ha speso molto, non è facile vincere, bisogna tenere dura fino alla fine, il Padova ha perso il campionato ma lo ha vinto il Perugia, non una squadra di valore più basso. Serve continuità, quando c’è negatività sicuramente si deve ancora arrivare a quello step e la crescita è più lunga.

Tifosi? I nostri ci mancano tantissimo, e vanno condivisi i loro pareri negativi, li accetto se sono costruttivi, ma non significa che non va detta l’opinione. La forza di questo gruppo non è stata vista dai tifosi, sono convinto che con loro avremmo portato a casa tante partite”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.