Del Prete: “Perugia, sognavo di portarti in Serie A. Bisogna accettare anche ciò che non si condivide”

Del Prete Juventus B

DEL PRETE PERUGIA – Lorenzo Del Prete, difensore reduce dalla risoluzione del proprio contratto del Perugia, è tornato sull’addio al club umbro attraverso un post apparso sul proprio profilo ufficiale Instagram: “Questo è un momento difficile per me, e non saprei davvero da dove iniziare… forse è giusto partire col dirvi che quella di qualche giorno fa è stata la firma più dolorosa della mia vita. Ero convinto di finire la mia carriera con questa maglia, con il sogno di portarla in Serie A con tutti voi, ma purtroppo le cose non sempre vanno come vorremmo andassero. 
Se si ama veramente una maglia bisogna saper pensare al suo bene e al suo futuro, anche se questo significa accettare delle scelte che non condividiamo, che ci sembrano non ben ponderate e che consideriamo poco rispettose nei confronti di chi ha sempre dato tutto per questi colori, per questa maglia e per questa città, con l’amore e la dedizione che gli si conviene, ogni singolo giorno. 
Nonostante ciò, ringrazio comunque la società per avermi dato la fiducia e la possibilità di essere capitano di questa squadra e di lottare per questi colori. Ringrazio tutte le persone che lavorano all’interno della grande macchina del Perugia: grazie alla professionalità e passione che mettono quotidianamente in tutto ciò che fanno. Grazie ai tifosi, che non hanno mai smesso di sostenerci anche nei momenti più bui. Grazie per avermi fatto sentire a casa con il vostro calore e il vostro affetto. Grazie a chi mi ha criticato, perché mi ha dato modo di mettermi in discussione, di cercare di far sempre meglio, e di capire che dietro alle critiche c’è l’amore incondizionato verso una maglia. Ringrazio le persone che in questi anni mi sono sempre state vicine, nel bene e nel male, con le quali ho passato bellissimi
momenti, e delle quali porterò con me i ricordi, l’amicizia e il rispetto che meritano. Ovunque vada il mio cuore rimarrà per sempre metà grifone…
Infine, GRAZIE PERUGIA, per tutti i meravigliosi momenti che mi hai regalato. 
Forza Grifo sempre!!!“.

bonus
Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.