Cosenza, Bisoli: “All’andata grande prestazione nonostante l’emergenza. Ringrazio i tifosi per l’affetto, domani vogliamo raggiungere la salvezza”

COSENZA BISOLI SALVEZZA – Il tecnico del Cosenza, Pierpaolo Bisoli, ha parlato alla vigilia della gara contro il Vicenza, ritorno dei play out. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da TifoCosenza.

L’arrivo a Cosenza: “Quando sono arrivato, la situazione non era disperata, ma certo difficile. Al secondo allenamento ho fatto una promessa ai tifosi, di cercare di portare ai playout il Cosenza. Non era una cosa così scontata, è stato difficile, ce la siamo sudata. Abbiamo giocato cinque o sei partite da dentro o fuori, abbiamo toccato molte volte l’inferno, sono stati bravi i ragazzi a venirne fuori. Adesso con la carica di tutti, della squadra, dello staff, dei magazzinieri, del presidente, della società, dei tifosi, della città interna, proveremo a mantenere questa Serie B”.

La gara d’andata: “All’andata abbiamo fatto una grandissima partita in totale emergenza: eravamo in 13/14, molti il giorno prima e chi era in panchina avevano 38 di febbre. Bisogna dir loro bravi. Abbiamo recuperato tutti anche se non siamo al 100%, perché questa influenza ha lasciato degli strascichi. Ma vogliono esserci, anche per dare una pacca sulla spalla al compagno. Abbiamo fatto dei sacrifici per arrivarci, ora ce la giocheremo tutti insieme. Abbiamo dalla nostra un pubblico da Serie A, dubito che da altre parti si vedano 25mila spettatori, la gente tiene al Cosenza e noi faremo di tutto per renderli felici”.

Il finale di campionato: “Di queste partite ne abbiamo già giocate tre in casa: Pordenone, Benevento e Cittadella. Dovevamo vincere per arrivare ai playout. Le abbiamo giocate con giudizio e anche questa dovrà essere così. Dobbiamo vincere, si può fare al primo minuto o al 90°, ma serve equilibrio. Possiamo anche sbloccarla a tre minuti dalla fine su palla inattiva, come accaduto con il Cittadella”.

La tifoseria: “Devo ringraziare i tifosi per l’affetto che mi hanno fatto sentire. Ero in debito con loro per i playout. Adesso prometto che la squadra lotterà fino alla fine, darà fino all’ultima goccia di sudore, per gioire ancora insieme. Ci saranno momenti di difficoltà, dove servirà il loro calore, e momenti di euforia, che andrà smorzata. Chiedo loro di restare uniti, cercheremo di gioire tutti insieme alla fine. È una gara difficile, ci siamo preparati bene per arrivare all’obiettivo”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.