Cosenza, l’assessore Sconosciuto: “Come amministrazione comunale chiediamo rispetto”

COSENZA ASSESSORE SCONOSCIUTO – Dopo la tanto discussa partita d’andata tra Vicenza-Cosenza, anche l’assessore del comune bruzio Pasquale Sconosciuto ha fatto sentire la sua voce. Queste – come apprendiamo da tifocosenza.it – sono le sue parole:

“Al Menti di Vicenza è accaduto qualcosa che rischia di compromettere la nostra permanenza in Serie B. Sto raccogliendo tante manifestazioni di preoccupazione da parte di cittadini e tifosi preoccupati per il regolare svolgimento della prossima partita. Da rappresentanti dei cittadini non possiamo che farci sentire da chi di dovere.”

Il punto di vista dell’assessore

“Alcune decisioni dell’arbitro Maresca che hanno fortemente penalizzato la squadra rossoblù, sia di evidenziare i commenti della stampa nazionale – testate televisive ed autorevoli giornali – che non hanno mancato di far rilevare le giuste recriminazioni della tifoseria e della dirigenza cosentine di fronte a comportamenti arbitrali quanto meno discutibili, soprattutto in occasione del goal annullato a Giuseppe Caso, durante la prima frazione di gioco, mentre si era ancora sul risultato di zero a zero. Anche il tempo di quasi cinque minuti per maturare la decisione di annullare la rete al Cosenza è stato giudicato eccessivo e fuori da ogni logica. Come amministrazione comunale chiediamo rispetto verso la città, il club e la gente tutta. Chiediamo alla Lega che venga designato un arbitro all’altezza della posta in palio e che garantisca il regolare svolgimento della gara. Poi vinca il migliore.”

Durante il percorso di formazione classifica, mi sono addentrato nel mondo del giornalismo prendendo parte ad alcuni progetti in fase di sviluppo come “Il Calcio Calabrese” e “Calciomercato Report”. Ho co-fondato il blog d’attualità “Carpe Ideam”. Attualmente sono Autore ed Inviato per “Pianeta Serie B”; Editorialista per “La Notizia Sportiva”; Autore per “La Politica del Popolo”; Corrispondente per “Calabria Live”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.