Monza, Colpani: “Il nostro obiettivo è chiaro a tutti, ancor di più rispetto all’anno scorso”

COLPANI MONZA OBIETTIVO – Andrea Colpani, esterno del Monza, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ForzaMonza.it. Queste le sue parole:

Tanto preziosa, quanto sofferta, la vittoria sul Como: “Ci siamo complicati la vita dopo un primo tempo quasi perfetto. Dobbiamo riuscire a evitare i cali che rischiano di comprometterci le partite e dobbiamo migliorare ancora sotto porta. I tre gol intanto sono un buon passo in avanti. Devo dire che giocare la passata stagione con gli stadi chiusi a causa del Covid è stata dura. Quest’anno è fantastico avere i tifosi in casa e soprattutto quando ci seguono in trasferta. Bellissimo sentirli cantare”

“Il nostro obiettivo è chiaro a tutti. Quest’anno ancora di più dello scorso”

“Il mister mi vede sul lato destro per sfruttare il mancino. Da mezzala o esterno è indifferente. Ma più vicino alla porta sono e meglio è”

“Sì, è vero, il mister mi dice sempre che devo essere incisivo o non farò mai il salto di qualità. Condivido questa visione. Se voglio che questo sia l’anno della mia consacrazione devo decidere le partite. Tre partite con due gol sono un buon traguardo. Ora devo continuare così con reti e assist. Non credo sia una questo il punto per quanto mi trovo meglio a destra. Ad essere cambiata è la mentalità. Il mister mi sta dando in fiducia e in campo riesco a fare cose che prima non mi venivano”

Sulle difficoltà lontano da Monza: “Non so dire il perché. Quello che è certo è che dobbiamo sicuramente crescere nella mentalità e non farci rimontare quando andiamo in vantaggio”

Sulle prime esperienze in carriera: “Quell’annata nell’Atalanta penso sia una delle più forte degli ultimi dieci anni. La dimostrazione è che la maggior parte dei ragazzi di quella squadra ora gioca a calcio tra i pro. Abbiamo fatto un percorso bellissimo partendo praticamente dai primi calci per arrivare in Primavera con 6/7 che ci sono sempre stati. Eravamo diventati come dei fratelli. Il prestito alla Feralpi, poi, mi ha fatto bene perché mi ha permesso di guadagnare fiducia. Il prestito è stata una decisione mia. Mi avevano chiesto se volevo rimanere e rischiare di non giocare o provare un’esperienza altrove. Là ho incontrato mister Diana che mi ha aiutato molto a crescere e lo ringrazierò sempre”

“L’obiettivo a medio termine è andare in Serie A con il Monza e rimanerci, il sogno è arrivare nella Nazionale maggiore. Da piccolo mi sono sempre ispirato a Iniesta”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.