Benevento, Caserta: “Ora un Vigorito pieno: abbiamo bisogno della gente. Solo elogi per la partita”

CASERTA ASCOLI BENEVENTOFabio Caserta, tecnico del Benevento, ha commentato la vittoria contro l’Ascoli. Ecco le sue parole riprese da ottopagine.it: “Era importante azzerare il finale di campionato che sicuramente non è stato dei migliori. Ho sempre detto che questi ragazzi hanno dei valori umani soprattutto dal punto di vista umano. Confido in loro perché nei momenti di difficoltà danno sempre qualcosa in più. Il gruppo forte si vede in questi momenti. Sono contentissimo per loro perché hanno attraversato delle giornate non facili, ma hanno lavorato sempre duro. Il percorso è ancora lungo, ci sono due gare difficili, ma era importante dare un segnale a noi stessi. Siamo questa squadra: lottiamo palla su palla, rimediamo all’errore mettendoci una pezza per poi ripartire”. 

SCELTE – “In un gruppo forte si può contare su tutti. Senza l’aiuto dei ragazzi posso fare ben poco. Tutti ci tenevano a passare il turno. Ci voleva una giornata del genere perché ne avevamo bisogno. Ripeto, sono contentissimo per loro perché hanno lavorato in silenzio accentando le critiche: oggi meritano gli elogi. Ci tengo a fare un ringraziamento a Valentina Vigorito, la figlia del presidente, lei sa perché. Sono contento e la ringrazio in maniera particolare”. 

TELLO – “Sta facendo un campionato importante, dà un grosso contributo alla squadra”. 

IMPROTA – “Sono contento per lui, non si è mai tirato indietro nonostante le difficoltà e le critiche. Da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più. Quando non sta bene ne risente tutta la squadra”. 

TIFOSI – “Mi auguro di vedere un Vigorito pieno. Abbiamo bisogno della nostra gente, questi ragazzi lo meritano per quanto fatto durante l’arco del campionato. Serve l’aiuto di tutti. Uniti possiamo dare quella spinta in più che serve soprattutto ai ragazzi. Preferisco che venga criticato l’allenatore e che vengano lasciati in pace i ragazzi. C’è chi sa reagire in un certo modo, altri soffrono la critica. Uno come Calò è stato criticato per molto tempo, anche per colpa sua: è uno di quei ragazzi che ha bisogno dell’affetto. Fa piacere un complimento e un applauso a questi ragazzi perché possono fare ancora tanto in questi play off”.

Classe '96, amante del calcio e delle sue storie, innamorato della Serie B. Giornalista pubblicista dal settembre del 2020. Laureato in Scienze della Comunicazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.