Vicenza, Brocchi: “Questa vittoria può portare serenità. Non abbiamo accusato il colpo dopo il Brescia”

BROCCHI VICENZA

BROCCHI VICENZA – L’allenatore del Vicenza Cristian Brocchi ha parlato in conferenza stampa al termine della gara vinta in casa del Crotone.

Ecco le sue esternazioni, riportate da Trivenetogoal.it:

“Da quando ci sono io lo spirito è mancato un tempo per tre partite, poi per il resto i ragazzi hanno sempre messo qualcosa di importante. Oggi sono contento perché per la prima volta non abbiamo preso gol e abbiamo lavorato con alta intensità, io devo cerchi tirare fuori il massimo dai ragazzi perché bisogna valutare le caratteristiche dei singoli giocatori e quando si subentra si ha una squadra diversa rispetto a quando si comincia dall’inizio, da quando sono arrivato sono qui per cercare le migliori soluzione dal punto di vista tattico e i ragazzi hanno dato qualcosa di importante.

La vittoria di oggi è un premio per quello che si sta facendo. Dopo Brescia? Penso che sia servito l’entusiasmo che è la caratteristica che mi ha portato ad accettare questa sfida: ho scelto Vicenza per la piazza importantissima e per un gruppo di ragazzi sano con voglia di lavorare. Questa mia voglia di cercare la sfida la trasmetto ai giocatori, in questo momento stiamo trovando i tempi giusti e sta uscendo il lavoro fatto da quando siamo arrivati. La strada però è ancora molto lunga perché abbiamo perso tanti punti per strada, oggi meriteremmo di avere almeno tre punti in più per le prestazioni fatte e per i pali colpiti, però il calcio è così. Non molliamo, lo spirito dei tifosi dev’essere quello della squadra.

Valore della vittoria ai fini della classifica? Dobbiamo essere più cinici e cattivi sotto porta, quando si creano tante occasioni bisogna fare gol altrimenti si lasciano punti per strada, per fare il salto di qualità i giocatori ci devono mettere qualcosa in più e mi lascia ottimista vedere quello che ci mettono, penso che prima o poi riusciranno a fare questo step ed essere più cinici, qualche vittoria porterà serenità. La classifica è difficile da definire, dobbiamo fare più punti possibili, ce ne mancano almeno tre, vincere in trasferta in un campo difficile dopo la sconfitta con il Brescia poteva dare un colpo importante durante la settimana, invece non abbiamo mollato e abbiamo alzato l’asticella con la voglia di riprenderci i punti che immeritatamente abbiamo perso.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.