Lecce, Barreca: “Mi mancava la gioia di giocare. Con mister Baroni ho un bellissimo rapporto”

Lecce tifosi

BARRECA LECCE – Barreca, terzino sinistro del Lecce, ha parlato in conferenza stampa dei suoi primi mesi in giallorosso. Ecco le sue parole, riportate da calciolecce.it:

ASCOLI. “Nel primo tempo meritavamo di vincere, potevamo anche stare sul doppio vantaggio prima dell’intervallo. Poi ci siamo abbassati un po’ e loro hanno preso coraggio subendo purtroppo il gol. Vediamo il bicchiere mezzo pieno, la prestazione c’è stata e ci sta avere un calo. Il punto, secondo me, è comunque molto importante”.

STATO DI FORMA. “Ho preso condizione pian piano. Mi mancava il campo, la gioia di giocare e ritrovare me stesso. Mi impegno in allenamento e mi sento bene. Devo cercare di continuare cosi. Sono venuto così carico per fare meglio dopo una stagione, la scorsa, sottotono. Posso fare molto meglio e punto a migliorarmi, soprattutto dietro visto che l’attaccare è il mio punto forte”.

RUOLO. “Il mister mi chiede di fare le cose che so fare meglio, ci dà uno schema, anzi una serie di schemi, ma poi sta al giocatore scegliere la giocata, facendo anche qualcosa diversa nel corso della partita rispetto a quanto si prova in allenamento”.

PERUGIA. “Credo sia un avversario difficile da affrontare. Noi dobbiamo calarci nella giusta realtà, non sottovalutare i biancorossi e cercare i tre punti. Hanno anche una difesa valida, ma noi non dobbiamo pensare all’avversario bensì solo a noi stessi. L’assist ad Ascoli? Cercherò magari di ripetermi sabato. Voglio fare il mio su quella fascia ed aiutare i compagni”.

RAPPORTO CON IL MISTER. “Ho avuto un confronto normale che ci sta, acceso sì ma anche molto positivo come è giusto fare su alcuni aspetti. Lui mi ha fatto capire cosa voleva ed io in campo ho dato il messaggio di averle recepite. Ho un bellissimo rapporto con lui, è preparato ed ha grande voglia di far bene e dimostrare ottime cose dopo aver già vinto tanto in carriera”.

Classe '96. Sono un appassionato di calcio a 360°. Questo sport è il vero e proprio "oppio" dei popoli ed io di certo, non mi sottraggo alla sua forza magnetica. La Serie B è un campionato difficile ma incredibilmente divertente, e poterne scrivere, grazie a questa redazione, mi rende orgoglioso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.