Reggina, Aglietti: “La panchina della Cremonese ha fatto la differenza. Peggior secondo tempo stagionale”

AGLIETTI REGGINA CREMONESE

AGLIETTI REGGINA CREMONESE – L’allenatore della Reggina Alfredo Aglietti ha commentato il KO interno subito contro la Cremonese.

Queste le parole del mister in conferenza, riprese da Tuttoreggina.com:

“Dopo un buon primo tempo, non vedevo o avvertito i presupposti per pensare di entrare nella ripresa e avere questo calo, che non è fisico di certo. La spinta della Cremonese è stata forte, ma in altre situazioni abbiamo gestito la squadra. Il rigore nasce da una nostra disattenzione, l’1-1 nasce da una palla che balla in area. Oggi non siamo riusciti a gestire i momenti della partita. Peccato, il campo aveva detto che potevamo vincerla, ma nella ripresa siamo entrati male e non abbiamo avuto una reazione.

La panchina della Cremonese ha fatto la differenza, ma non voglio gettare la croce a nessuno perché l’altra volta qualcuno ha brontolato. Io vedo gli allenamenti e decido. Durante una gara c’è bisogno di tutti e dobbiamo essere consapevoli di questo. Non è responsabilità di Rivas e Menez, responsabilità mia che li ho messi, la prossima volta ci penserò.

Mi sembrava prematuro cambiare modulo e atteggiamento in avvio di ripresa, poteva dare un messaggio negativo. Il secondo tempo è stato tutto deludente, dopo il rigore parato da Turati pensavo potesse esserci uno scatto, ma non abbiamo avuto una reazione. E’ stato il secondo tempo più brutto della stagione, ma adesso ricarichiamo le pile e pensiamo a Benevento. Abbiamo sprecato un’occasione, specialmente dopo il vantaggio della prima frazione, ma da domani analizzeremo i motivi di questo calo nella ripresa.

Faccio fatica a spiegarmi il fatto che quando dobbiamo fare il salto abbiamo un pò di braccino, ma nella squadra dci sono tanti elementi di esperienza capaci di gestire questo momento. La sosta non ha spezzato il ritmo, abbiamo fatto due settimane di lavoro, ero convinto avremmo fatto grande prova. Non mi spiego il secondo tempo, abbiamo approcciato male alla ripresa. Dobbiamo fare mea culpa, ci servirà per il futuro.”

Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.