ESCLUSIVA PSB – Ferrante: “Rispetto alla Ternana dello scorso anno è cambiata la mentalità. La Serie B sarà difficile”

FERRANTE TERNANA ESCLUSIVA – Dopo una stagione complicata da gravi infortuni, l’attaccante della Ternana Alexis Ferrante sta guadagnando spazio nel finale di stagione e ha siglato anche la prima rete in campionato nell’ultima gara vinta contro la Turris. In esclusiva ai nostri microfoni la punta italo-argentina ci ha raccontato alcuni dei segreti della squadra che ha dominato il Girone C di Serie C.

Alexis sei uno dei tanti reduci dalla passata stagione, terminata con la sconfitta ai playoff col Bari. Come ti spieghi un cambiamento così profondo, mantenendo intatto quasi tutto il gruppo, da un campionato all’altro?

“Quello che è cambiato rispetto allo scorso anno è la mentalità. Siamo un gruppo vero e compatto che si allena a 1000 all’ora ogni giorno e ha sempre fame di successi. Anche in questo campionato di Serie C per noi non è ancora finita, vogliamo continuare a ottenere successi fino all’ultima giornata. Anche l’innesto di giocatori di qualità ci ha aiutato, su tutti quello di Cesar Falletti che con la categoria non c’entra nulla. Noi l’abbiamo messo subito a suo agio, lo abbiamo fatto star bene nello spogliatoio, e lui ci ha ripagato con prestazioni eccezionali.”

In Serie B ci hai già giocato con la maglia del Brescia qualche anno fa. Che campionato ti aspetti? Che ruolo può recitare un club così ambizioso come il vostro?

“Non è il momento di fare proclami per la prossima stagione, anche se siamo un ambiente ambizioso. Sappiamo bene che affronteremo una Serie B di difficoltà enormemente superiore rispetto al torneo che abbiamo vinto. Cercheremo di mantenere intatte le nostre caratteristiche, ma dovremo affrontare il campionato restando coi piedi per terra.”

Nonostante una stagione per te difficile, stai riuscendo a recuperare la condizione in questo finale. Cosa pensi possa attenderti per il futuro?

“Io sono molto grato a mister Lucarelli perché mi ha dato l’opportunità di accumulare minutaggio dopo il brutto infortunio che mi ha tenuto a lungo fuori dal campo. Spero di poter dare una mano alla squadra in questo finale di stagione e dimostrare tutto il mio valore nella prossima. Ho già giocato in cadetteria e voglio guadagnarmi la chance, ora che sono più pronto, di togliermi qualche sassolino dalla scarpa facendo bene nella competizione.”

bonus
Studente di filosofia a 360 gradi, convinto che lo sport ed il calcio forniscano una chiave di lettura per interpretare la vita. Appassionato di scrittura, in qualsiasi sua forma, convinto che ogni campo da gioco sia terreno fertile per la letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.