ESCLUSIVA PSB – Marrone (TMW): “Reggiana come il Pordenone. Pisa la vera rivelazione: coi Corrado progetto lungo”

CLAUDIA MARRONE SERIE B ESCLUSIVA – Giornalista di tuttomercatoweb.com ed esperta di Serie B e Serie C, Claudia Marrone è intervenuta ai nostri microfoni per commentare parte del campionato che è stato e per porre l’accento su ciò che potrebbe accadere l’anno prossimo. Ecco l’intervista completa:

La Serie B 2019/2020 ha avuto la sua fine con la promozione dello Spezia. Un commento sulla stagione storica degli Aquilotti.

Il risultato raggiunto dallo Spezia ha in sé tantissima competenza e tanto lavoro di Mister Italiano: inizialmente ha faticato per imporre le sue idee di vedere calcio ma alla lunga ha avuto ragione. Di Italiano tutti ne parlano bene sia dal punto di vista umano che tecnico e gli ultimi 3 anni confermano quanto di buono si dice sul suo conto. Ha saputo rinnovarsi e rinnovare lo Spezia, ha corretto ciò che c’era da correggere nel momento giusto e dopo il lockdown è riuscito a tenere alta la concentrazione per portare la squadra ad una promozione ampiamente meritata“.

Il Pisa, dopo una buona stagione, si è fermato ad un passo dai playoff: che stagione affronterà la squadra toscana? L’asticella verrà alzata?

“Dall’arrivo della Famiglia Corrado, escludendo i primi 6 mesi in cui subentrarono in una situazione disastratissima, il Pisa ha iniziato un progetto di medio-lungo termine che negli anni è andato via via migliorato. Per arrivare in alto qualche errore andrà commesso ed i Corrado hanno capito dove hanno sbagliato raggiungendo un grandissimo traguardo perché penalizzato solo dalla classifica avulsa. Credo che i toscani siano stati la vera rivelazione del campionato insieme al Cosenza e credo che l’asticella possa essere alzata: se nel giro di un biennio riusciranno a consolidarsi in Serie B poi la strada sarà in discesa. Tra le rivelazioni non metto il Pordenone perché conoscendo il lavoro della Famiglia Lovisa mi aspettavo questo campionato”.

Le quattro neopromosse di questa stagione, con progetti più o meno diversi, potrebbero puntare tutte alla promozione. Sarà un fattore che alzerà ancora di più il livello del campionato?

“Parto dalla Reggiana; credo possa essere considerata con il Pordenone seppur con qualche differenza. Gli emiliani si stanno costruendo dalle basi con strutture importanti, ottimo settore giovanile, ottimo marketing e non badano solamente all’aspetto prettamente sportivo. Molte società insegnano che se nel calcio hai una buona rosa ma non hai altro alle spalle si rischia di fare la fine fatta dal Trapani in questo campionato. Non mi meraviglierei se l’anno prossimo dovessimo vedere la Reggiana come il Pordenone: non per la A diretta ma anche grazie ad Alvini potrebbero arrivare in zona playoff. Imprenditori come i Rosso ed i Berlusconi non necessitano di presentazioni con un patrimonio enorme e tanti investimenti fatti nel calcio e che ci saranno ancora”.

RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE

Classe '96, amante del calcio e delle sue storie, innamorato della Serie B. Giornalista pubblicista dal settembre del 2020. Laureato in Scienze della Comunicazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.