ESCLUSIVA PSB – Trapani, avv. Chiacchio: “Scetticismo in vista della sentenza? Fake news, c’è moderato ottimismo”

Chiacchio

AVVOCATO CHIACCHIO TRAPANI – Una data, quella del 6 agosto, crocevia della stagione del Trapani e non solo. È attesa la sentenza del Collegio di Garanzia del CONI a seguito del ricorso presentato dal club siciliano contro la penalizzazione di due punti (raddoppiata, ricordiamo, dalla Corte Federale d’Appello) inflitta per inadempienze amministrative. L’esito potrebbe avere risvolti importanti in termini di classifica e permettere ai granata, in caso di restituzione di uno dei due punti, di disputare i playout. Diverse, dunque, le compagini che attendono interessate. Per fare il punto della situazione, abbiamo raggiunto in esclusiva l’Avvocato Eduardo Chiacchio, legale del Trapani.

È emersa la notizia dello scetticismo presente in casa Trapani perché, a quanto pare, le attenuanti connesse al COVID su cui fa leva il club non sono applicabili per le sanzioni comminate alle società. È realmente questa la situazione?

“Questa è una boutade, una fake news. Non esiste alcuno scetticismo, nella maniera più assoluta, smentisco categoricamente questa asserzione. Non dimentichiamo che, in primo grado, le ragioni del Trapani sono state parzialmente accolte. Ergo, ribadisco: parlare di scetticismo è una fake news, anzi, in casa Trapani si vive un moderato ottimismo anche perché, come detto poc’anzi, in primo grado, dinanzi al Tribunale Federale Nazionale, le istanze del Trapani Calcio sono stati parzialmente accolte. Altro che scetticismo: la situazione è opposta”.

Quali sono i fattori che, secondo voi, il Collegio di Garanzia dovrebbe tenere in considerazione?

“Rimanendo nella totale correttezza, posso dire che il caso Trapani sia un unicum quantomeno negli ultimi cento anni. Solo l’influenza spagnola, forse, potrebbe aver avuto un impatto così violento come malattia e conseguenze. Detto ciò, il Trapani ritiene che questa fattispecie sia stata causata da un evento eccezionale e come tale debba essere valutata dagli organi di giustizia preposti, ribadendo la massima stima e fiducia nell’operato dell’organo di giustizia adito”.

Qual è il vostro obiettivo, realisticamente parlando?

“In via principale, il riconoscimento della forza maggiore che ha causato questa fattispecie, con il conseguente annullamento della sanzione, anche perché si tratta di una parte dei pagamenti della mensilità di febbraio effettuati con leggero ritardo. In subordine, si chiede il riconoscimento delle attenuanti con la riduzione a un solo punto della penalizzazione inflitta, dato che vanno riconosciute le attenuanti, come documentato con il ricorso”.

RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE

Classe '96, Laureato Magistrale in Economia Aziendale con una tesi sulla Corporate Governance delle società calcistiche, italiano di nascita ma cittadinanza napoletana, appassionato di calcio a tal punto che la prima parola detta pare sia stata "Gol" invece di papà o mamma. Quando ho tempo scrivo, o almeno ci provo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.